Enrico e le Commissioni Missionaria e Migrantes

Carissime, Carissimi,

l’11 gennaio è morto a Bruxelles David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo.
Sassoli era un cristiano e dopo aver frequentato per molti anni il Movimento Scout, aveva militato nella “Rosa Bianca” e nella “Lega Democratica”. Era stato giornalista, membro per tre mandati del Parlamento europeo, candidato per il Partito Democratico alle elezioni comunali di Roma quando poi fu eletto Marino.
Sincero testimone di pace e di fraternità, pubblichiamo qui il messaggio che egli aveva inviato il 10 ottobre scorso alla Marcia della Pace Perugia-Assisi:

Gent.mo Flavio Lotti,
desidero, tramite Lei, rivolgere un caloroso saluto alle autorità e alle istituzioni presenti, agli amici del Sacro Convento e, ovviamente, a tutte le cittadine e i cittadini che ogni giorno camminano sui sentieri della pace e dell’impegno civile.          Continua nell’ ALLEGATO 

————————————————————

LA PREGHIERA NON È UN RITO MAGICO (Angelus, 09-01-2022)

1a. BattesimoIl Vangelo della Liturgia odierna ci mostra la scena con cui inizia la vita pubblica di Gesù: Lui, che è il Figlio di Dio e il Messia, va sulle rive del fiume Giordano e si fa battezzare da Giovanni Battista. Dopo circa trent’anni vissuti nel nascondimento, Gesù non si presenta con qualche miracolo o salendo in cattedra per insegnare. Si mette in fila con il popolo che andava a ricevere il battesimo da Giovanni. L’inno liturgico di oggi dice che il popolo andava a farsi battezzare con l’anima e i piedi nudi, umilmente. Bell’atteggiamento, con l’anima nuda e i piedi nudi. E Gesù condivide la sorte di noi peccatori, scende verso di noi: discende nel fiume come nella storia ferita dell’umanità, si immerge nelle nostre acque per risanarle, si immerge con noi, in mezzo a noi. Non sale al di sopra di noi, ma scende verso di noi, con l’anima nuda, con i piedi nudi, come il popolo. Non va da solo, né con un gruppo di eletti privilegiati, no, va con il popolo. Appartiene a quel popolo e va con il popolo a farsi battezzare, con quel popolo umile.          Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

BUON 2022, UN ALTRO ANNO DI TEMPO PER…RIMEDIARE (Raffaele Crocco)

2a. felice-anno-nuovo-resistenzaBilancio di un 2021 difficile tra nuovi messia, promesse fasulle e ingiustizie. La riflessione del direttore dell’Atlante Raffaele Crocco

Va bene, giudichiamo gli anni come fossero esseri umani.
Usiamo un metro interessante e diverso: non valutiamoli come “buoni” o “cattivi”. Valutiamoli per essere stati giusti, per avere portato a tutti le cose che andavano bene, esattamente nel momento che serviva. Lasciamo perdere le luci e le ombre, le cose negative e le positive. Pensiamo: è stato un anno giusto questo 2021? Certamente, è stato il terzo anno della pandemia che ha paralizzato il Mondo. È il virus mutevole che ha colpito ogni angolo del Pianeta, uccidendo milioni di persone, bloccando economie, stracciando costituzioni e democrazie. È il virus intelligente, che ha fatto regredire milioni di esseri umani, riportandoli nel buio della superstizione, del rifiuto della scienza, precipitandoli nel creazionismo terrapiattista, nell’ignoranza di ritorno. Sotto questo punto di vita, cose giuste ne ha fatte poche.          Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

SINODO: QUALE GESTIONE DEL POTERE NELLA CHIESA (3) (Gilberto Borghi)

3a. In-cammino-bannerQualche indicazione sulla forma di gestione del potere nella Chiesa nell’epoca che viviamo

La traccia storica già delineata, ha mostrato come le forme della gestione concreta del potere nella Chiesa siano variate da epoca ad epoca. Siamo andati da una democrazia della fede, che richiede e fonda una oligarchia illuminata, ad una monarchia di fatto, limitata da una oligarchia che riconosce il monarca, ma soprattutto lo elegge con strumenti di democrazia,. Il tutto, passando per fasi di oligarchia non assoluta più o meno accentuata.
Vista nel suo complesso, questa dinamica storica dice due cose. Primo. Non esiste alcuna forma umana di gestione del potere che, nella sua purezza, possa essere adeguata all’essenza della Chiesa. Perché è vero che la Chiesa non è una democrazia, ma non è nemmeno una monarchia od un’oligarchia. Tanto meno è un’anarchia o una dittatura. Nessuna di queste forme “pure” traduce in atto fedelmente l’essenza della Chiesa.         Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

AEREI AI GOLPISTI DEL MYANMAR AGGIRANDO NORME UE? (Alessandro De Pascale)

Il generale Hlaing all’inaugurazione.
Il generale Hlaing all’inaugurazione.

Anche l’Italia coinvolta nel traffico di armi, in particolare aerei, con il Myanmar. Uno dei velivoli, l’’ATR-72 600 viene prodotto in larga parte proprio in Italia. Chiesti chiarimenti al Governo di Roma

VELIVOLI ITALIANI IN MYANMAR
Velivoli anche di totale fabbricazione italiana sono stati di recente inaugurati in pompa magna lo scorso 16 dicembre durante le celebrazioni del 74esimo anniversario dell’Aeronautica militare del Myanmar, quando il capo delle forze armate birmane – generale Min Aung Hlaing – ha rivendicato l’acquisizione di tutta una serie di nuovi mezzi aerei. Vendita diretta da parte di un’azienda italiana in possibile violazione dell’embargo Ue in vigore, cui è sottoposto il Myanmar dal 1990 e recentemente rafforzato, o ennesima triangolazione attraverso un Paese terzo?
Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

È APPARSO IL RE DELLA PACE, COLUI CHE IL MONDO INTERO DESIDERAVA CONTEMPLARE

M. Celina e Teresa Margherita
M. Celina e Teresa Margherita

Dal Carmelo di Yaundé, in Camerum, la preziosa testimonianza di una comunità che sa trovare la presenza di Dio negli avvenimenti che l’hanno accompagnata durante un intero anno. Un caro e gradito ricordo da parte di suor Chiara Cavallini, suor Irene Averci e suor Daniela Rocco

Cari fratelli e sorelle, parenti, amici e benefattori,
ogni anno abbiamo la gioia di esprimervi i nostri auguri più belli per il Natale e per il nuovo anno, et di condividere con voi qualche avvenimento tra i più importanti che hanno tracciato il vissuto della nostra comunità in questo 2021 che sta per finire. Noi ringraziamo Dio di averci protette per tutto quest’anno nel contesto della pandemia di cui non si vede ancora la fine. La nostra speranza è in Colui che ha promesso di essere sempre con noi, Lui, l’Emmanuele. Alcuni avvenimenti di grazia ci segnalano la sua presenza.          Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

NUOVO DECRETO FLUSSI PER LAVORATORI NON COMUNITARI

AGRICOLTURA BIOLOGICA(Migrantes on line – 13.01.21)

Scadrà il prossimo 17 marzo il termine per la presentazione delle domande del decreto flussi, che riguarda una quota massima di 69.700 lavoratori non comunitari subordinati, stagionali e non stagionali e di lavoratori autonomi che potranno fare ingresso in Italia sulla base del decreto flussi 2021, adottato con Dpcm 21 dicembre 2021.
Nell’ambito della quota, sono riservati 27.700 ingressi per motivi di lavoro subordinato non stagionale, nei settori dell’autotrasporto merci per conto terzi, dell’edilizia e turistico-alberghiero dei cittadini di Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, Guatemala India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Repubblica di Macedonia del Nord, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina e dei Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria. Le restanti quote sono ripartite tra ingressi di cittadini non comunitari che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nei Paesi di origine, ingressi di lavoratori di origine italiana residenti in Venezuela e ingressi di cittadini non comunitari per lavoro autonomo nonché tra conversioni dei permessi di soggiorno già detenuti ad altro titolo in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e per lavoro autonomo.
Sarà possibile inviare le istanze dalle ore 9.00 del 27 gennaio 2022.         Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————

NOTIZIE FLASH DAL MONDO

a cura del Gruppo di Animazione Missionaria Parrocchialedi SCANNABUE

MIGRANTI, LA VOCE DEI GIOVANI

Nell’ambito della campagna promossa dall’UNICEF in occasione della Giornata Internazionale per i Diritti dei Migranti, sono state poste domande sui pregiudizi inconsci, anche a giovani italiani, coinvolti attraverso la piattaforma U-Report Italia, nata lo scorso anno per dare voce ad adolescenti e giovani del nostro Paese. Oltre il 60% riconosce la possibilità di avere pregiudizi razziali inconsci.
Per favorire un confronto sul tema e il contrasto al razzismo e alla discriminazione, l’UNICEF ha recentemente lanciato la campagna OPS!, “La tua Opinione oltre il Pregiudizio contro gli Stereotipi”, coinvolgendo influencer, giovani italiani, migranti e rifugiati in confronti e azioni di contrasto al razzismo e alla discriminazione.
La campagna continuerà per tutto il 2022.          Continua nell’ ALLEGATO

————————————————————